METAL GLAM

Metallurgico, croccante, iridescente come la carta di cioccolatini. Abiti che splendono riflettendo la luce intensa dell’estate: la moda torna a infatuarsi di tessuti cangianti, metallizzati, laminati. Periodicamente ritornano, citano Andrè Courreges o Pierre Cardin che, con Paco Rabanne, negli anni sessanta furono i pionieri di una moda che si spirava al futuro. I look spaziali erano materia per la rivoluzione, mai visti prima, esprimevano tutta la fiducia nel tempo a venire.

Nei decenni successivi la stessa tendenza si è riprodotta con le dovute varianti attraversando con particolare fortuna l’era della disco-music e i suoi night club gremiti di ballerine con mise rilucenti all’illuminazione stroboscopica. Oggi quel che vezzo che per lungo tempo ha avuto il sapore del progresso, sembra a suo modo rétro, ammantando i capi e chi li indossa di un’aria quasi divina ed elegantemente distaccata.

Viene alla mente una fotografia del 1994 che ritraeva una schiera di bellezze mozzafiato, le top model di allora, riunite da Gianni Versace per lo scatto di fine sfilata, tutte con indosso sensualissimi pepli dorati di varia lunghezza. Non a caso i metallizzati danno il meglio di sé nelle classiche varianti oro e argento e in capi dal taglio deciso, geometrico o nei vestitini da sera minimali, ma persino, in maniera meno attesa, nelle gonne rigide a ruota, nei tailleur bon ton e nelle biker jackets.

Tuttavia l’universo dei metallizzati per l’estate 2013 offre molto di più: abiti drappeggiati di un arancione pieno e corposo, fantasie marmorizzate, tubini sexy non più neri, ma verde metallizzato… E se il total look richiederà un’occasione speciale, i piccoli pezzi e gli accessori sembrano fare gola a tutte. Proprio come una scatola di cioccolatini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.