THE GOOD TRAVEL

“Il tempo di viaggiare è finito per me, né mi aspetto di vedere, nel prossimo futuro, molti libri di viaggi. Ricordo che quando scrivevo recensioni ne uscivano a pacchi, quattro o cinque tutte le settimane, ed erano pieni zeppe di garbo, di spirito e di ingrandimenti di istantanee scattate con la Leica”. Con queste parole lo scrittore inglese Evelyn Waugh ricorda i tempi in cui, come dice il titolo del suo libro, “Quando viaggiare era un piacere”.

Il concetto di viaggio è molto cambiato negli anni, considerate le mutate condizioni sia in termini di tempo che di modalità. I grandi viaggi con servitù al seguito e pile di valigie e cappelliere sembrano un miraggio nell’era di partenze last minute e mini-trolley adatti a essere trasportati su voli low cost. A quel tempo si era viaggiatori e non, come oggi, turisti.

L’arte del viaggio, con tutto l’immaginatio correlato, è esattamente il nucleo da cui nasce un brand come Louis Vuitton, azienda fondata nel 1854 che aquisì grande popolarità dopo aver vinto un appalto per i rivestimenti dei treni francesi. E d’altronde l’imperatrice Eugenia, aveva eletto Louis Vuitton come suo imballatore ufficiale decretandone il successo. É  proprio da Louis Vuitton che oggi è possibile trovare tutto l’immaginabile per viaggiare alla grande come fossero altri tempi. Ma anche per viaggiare nelle modalità contemporanee, naturalmente.

Se la dimensione magica del viaggio oggi è andata persa, perché nessun luogo è troppo esotico per sorprendere ancora e perché o spostamento non ha più la dimensione epica di un tempo una cosa dal passato la possiamo recuperare. Il senso del decoro, per esempio. Bandite la tuta quindi e pensate a come un tempo ci si vestiva per viaggiare: grandi cappelli, occhiali da sole e capispalla multitasche. Spesso un look vagamente safari si adattava a destinazioni impervie. Fatelo anche voi, specialmente per gli spostamenti in aereo prevedete trench, giacche leggeri, capienti borse in tela. Vestite multistrato e portate sempre con voi un cardigan o una sciarpa in cachemire.

E anche se il resto è andato perso, dal passato potrete ancora recuperare quel tocco di classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.